Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.
Anteprime 2

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti.

Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Originariamente concepito come un browser game, Tears of Avia ha avuto una discreta quantità di tempo per la prototipazione, prima che il suo sviluppatore Andrew Livio decidesse di sfruttare il potenziale concettuale del gioco e farne un titolo stand-alone. Ora, con una squadra più grande, Livio ed il suo team hanno costituito lo studio indie CooCooSqueaky, ispirato alla progettazione occidentale e giapponese per grafica, giocabilità e narrativa.

Tears of Avia è il primo titolo di CooCooSqueaky, e rientra appunto in un genere unico fra RPG occidentale e JRPG ... ma anche un po' come RPG occidentale isometrico. I suoi personaggi sono disegnati in stile anime, ma la narrazione è in inglese e la grafica è più fumettistica. Gli appassionati di JRPG troveranno qui un sacco di cose che sembrano familiari, ma che si sentono un po' meno, be', giapponesi, in un primo momento.

Tears of Avia intende essere un RPG tattico a turni, con una grande attenzione alla costruzione e al crafting. La gamma di personaggi giocabili è costituita essenzialmente dagli archetipi delle classi, come il cacciatore, il mago, il guerriero, l'attaccabrighe ed altri. Ogni classe ha tre alberi di abilità con quattro livelli per albero. Ad esempio, Reina il ranger ha il tiro con l'arco e l'affinità con le belve e gli alberi. I giocatori devono scegliere le giuste competenze per integrare le diverse classi nel loro party. Quindi scegliere il ruolo di un personaggio è volutamente di primaria importanza.

 

Anche se il prototipo del gioco, mostrato all'EGX, consiste solo in una battaglia, un capo della battaglia e qualche mondo, c'è abbastanza per avere un'idea di come il gioco debba essere rimpolpato. Il combattimento è piuttosto semplice, c'è un turno di gioco ed una risposta nemica. I personaggi hanno una barra rossa per l'HP ed una barra blu per le competenze e gli incantesimi. Ogni personaggio può muoversi una volta per turno, sia prima di attaccare sia dopo aver attaccato. Le posizioni per l'attacco ed il movimento sono costituite da piastrelle quadrate. E' interessante notare che le classi hanno tutte una selezione di efficaci ed incisivi attacchi di vario tipo. Il ranger può fare delle magie simili a trappole, ad esempio, come il druido, mentre il guerriero è forte, ma si occupa anche di guarigione. Sembra che tutto sia già abilitato fin dall'inizio, tanto che la costruzione del prototipo non ha avuto alcuna distribuzione manuale sul livello superiore.

In pratica, ogni albero di abilità sembra efficace. Le competenze Beast Mastery del ranger non hanno effetti così diversi dalle sue abilità con il tiro con l'arco. C'è un equilibrio fra potenza e varietà, anche se si possono scegliere solo cinque competenze in una volta ed alcune hanno delle restrizioni per quanto riguarda le armi, ma con un totale di 33 abilità di classe può essere una buona cosa che tutto ciò sia ancora un work in progress. In battaglia, la IA dei nemici è debole, e la gamma di movimenti ed attacchi di ogni personaggio si sente circa la stessa. Fortunatamente, i personaggi possono infliggere una quantità abbastanza elevata di danni per colpo, il che contribuisce al bilanciamento. Se non altro, il prototipo del gioco ed il suo motore grafico danno un'idea di ciò che il gioco potrebbe essere, e questo è tutto ciò che dovrebbe fare a questo punto. Fra le zone quest ed i dungeon, i giocatori sono posti in una zona hub dove controllano Reina (i cui controlli di movimento non sono ancora PC-friendly), che può salire di livello, acquistare attrezzature e parlare con gli altri membri del gruppo. Le missioni aggiuntive sono destinate ad iniziare qui, organicamente mediante conversazioni all'interno del party. Visivamente, il gioco ha un aspetto leggermente migliore rispetto ad un titolo per tablet, e funziona bene. Anche se è un bel mix fra lo stile anime cel-shading e la grafica cartoon simile a quella di giochi come Torchlight, Tears of Avia può sembrare un po' generico, al momento.

 

 

C'è un bel da fare, per lo studio CooCooSqueaky. Anche se Tears of Avia consisterà semplicemente in battaglia, dungeon ed una zona hub, questo significa che ci sarà bisogno di incentivare i giocatori con la narrazione, l'equilibrio, la difficoltà e la profondità, per essere eccezionale. I dialoghi fra i membri del party dovranno essere realmente coinvolgenti, soprattutto in vista delle missioni. La trama, che parla di un mago che ha congelato un esercito del male e con esso la sua amata, può essere abbastanza semplice al fine d'iniziare la battaglia. Nel frattempo, il combattimento tattico a turni e gli attacchi richiedono una notevole quantità di bilanciamento e collaudo, se ci sarà questa vasta selezione di abilità per classe. Da un lato, Tears of Avia può diventare un gioco che richiede un'attenta pianificazione, mentre dall'altro si potrebbe facilmente finire senza cervello. Con un Kickstarter installato e funzionante, Tears of Avia potrebbe meritare il vostro investimento, se si vede il suo potenziale. Solo il tempo dirà quale direzione prenderà questo gioco nel corso dello sviluppo, ma ha idea di essere promettente. L'uscita di Tears of Avia è prevista per il 2017 su PC e Mac.

Fonte: hardcoregamer.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Condividi questa pagina di Game Community Social

Share

Submit to DiggSubmit to StumbleuponSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento. Visitando questo sito acconsento all'utilizzo dei cookie.