Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.
INTERVISTE

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti.

Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Fin da quando Dreadnought è stato presentato all'E3 pochi anni fa, ho aspettato l'uscita di questo gioco. Si tratta di un mix di strategia, azione e astronavi che ha catturato la mia attenzione. Il titolo sta per uscire in versione open beta, ed ho avuto la fortuna di parlare con Peter Holzapfel, direttore di Yager, che ha risposto ad alcune mie domande sul gioco.

- Per coloro che non hanno familiarità con questo gioco, potresti farci una panoramica su cosa sia Dreadnought?

- P.H. Dreadnought è un gioco d'azione a squadre 5v5 d'imminente rilascio, in cui i giocatori assumono il comando di una grande nave spaziale corazzata, per combattere nello spazio profondo o sulla superficie di un pianeta esotico. Si ispira a classici di fantascienza come Star Wars e Battlestar Galactica. Il gioco presenta varie navi pesanti ed offre personalizzazione ai giocatori. Attualmente ci sono 15 navi di cinque classi completamente differenti: Dreadnought, Destroyer, Corvette, Artiglieria Cruiser, Tattico Cruiser. Il gioco mette il giocatore al comando di un colossale veicolo spaziale, caricato fino all'orlo con artiglieria, armi nucleari, laser ed un unico obiettivo: eliminare gli avversari.

- Come funziona Dreadnought e come differisce dagli altri giochi di combattimento spaziale?

- P.H. Grandi navi. Non c'è davvero alcun gioco in giro con un focus sulle grandi astronavi. Il combattimento, in questo gioco, ha un ritmo più tattico rispetto ad altri; non si sta pilotando un jet da combattimento con un solo uomo, ma si è al comando di un colosso in acciaio mille volte più forte. Uno dei nostri punti di orgoglio con Dreadnought è il modo immediatamente familiare con cui i nuovi arrivati sono in grado di affrontare i controlli; vogliamo che il gioco sia facile e molto divertente da giocare, ma anche con un sacco di profondità.

- Dreadnought è previsto per essere un gioco free-to-play. Che tipo di cose i giocatori saranno in grado di acquistare per il gioco?

- P.H. Sì, è un F2P, quindi ci sarà un negozio digitale. Stiamo esaminando vari tipi di articoli, ma non abbiamo ancora annunciato degli specifici acquisti in-game. Descriveremo questo in maniera più dettagliata nel prossimo futuro.

- Cosa state facendo per assicurarvi che il gioco non diventi un pay-to-win ?

- P.H. Ancora una volta, non abbiamo ancora discusso gli specifici acquisti in-game, ma sicuramente non si dovrà pagare per vincere. Abbiamo voluto creare un gioco che cresca insieme alla comunità per un lungo periodo di tempo, e che non abbia alcuna barriera perché i nuovi giocatori possano goderselo. Come sviluppatori, siamo consapevoli dello stigma pay-to-win, ed il team è molto sensibile su come implementare il F2P nel modo giusto. A questo punto, credo che un sacco di giochi stiano facendo bene, e che i giocatori stiano cominciando a vedere quale possa essere un modello equo per tutti.

 

- Il gioco ha dei contenuti per singolo giocatore o è solo multiplayer?

- P.H. Il PvP, in questo momento, è il nostro obiettivo, ma vogliamo che l'universo di Dreadnought sia molto ricco e variegato. Abbiamo assunto Dan Abnett, lo scrittore di alcuni fra i migliori libri di Warhammer 40.000 e dei fumetti che hanno ispirato il film. Ha lavorato con i nostri altri due scrittori, Cory Langham e Tolgahan Kaftan, per creare l'universo di fondo. E sì, ci sarà una componente single player nel gioco, che si svilupperà con quella PvP. Tuttavia, in questo momento, siamo concentrati sul perfezionamento del nucleo 5v5 del gioco.

- Quali fattori saranno presi in considerazione negli abbinamenti fra i giocatori? Sarà solo l'abilità o anche altri?

- P.H. I giocatori sono abbinati con alleati e nemici in base alla loro abilità nel gioco, sì. Ci sarà un sistema di raggruppamento in cui gli amici saranno in grado di formare delle squadre e confrontarsi insieme in battaglia. Ne riparleremo più avanti.

- Quante mappe avrà il gioco al momento del lancio? Ne hai una che preferisci?

- P.H. La mia preferita? Tutte le nostre mappe sono incredibilmente belle e ti fanno sentire davvero come se le stessi percorrendo con un'astronave gigante, ma quella degli anelli di Saturno è probabilmente la mia preferita. C'è un sacco di fantastiche lievi modifiche che abbiamo apportato alle animazioni, che rendono davvero la vostra azione in Dreadnought come se accadesse nel vuoto dello spazio o per quanto riguarda le manovre in alta atmosfera. Stiamo progettando cinque mappe che saranno disponibili al momento del lancio.

- Intendete aggiungere delle navi lungo la strada?

- P.H. Al momento del lancio ci saranno 15 navi per le cinque classi, con armi diverse, capacità ed opzioni di personalizzazione estetica, che si tradurranno in migliaia di diverse possibilità. Puntiamo a dare ai giocatori un sacco di diverse opzioni di gioco, per quanto riguarda le navi. Oltre a ciò, non abbiamo annunciato nulla; siamo concentrati sul rendere pronto il gioco per la closed beta. Tuttavia ascolteremo i feedback della comunità, ed abbiamo un sacco di idee per i diversi contenuti, siano essi navi, armi, abilità, mappe ed altro ancora, da aggiungere al gioco a suo tempo.

- Quali strumenti fornirà il gioco per permettere la collaborazione fra i giocatori? Avrà incorporata una chat vocale?

- P.H. Il nostro sistema Call-Out rende la comunicazione con i vostri alleati senza soluzione di continuità. E' sufficiente tenere premuto il tasto F e sarà possibile, tramite una finestra pop-up, trasmettere ai giocatori dei comandi, come la segnalazione di nemici, richieste di riparazioni e raggruppamenti, su tutti i canali amichevoli. Stiamo ancora esplorando le opzioni per una chat vocale integrata, ma nulla è confermato in questo momento.

- Finora avete annunciato due modalità per il gioco: Deathmatch e Team Elimination. Saranno solo queste o ne verranno aggiunte delle altre?

- P.H. Sì, il gioco verrà lanciato con queste modalità. Stiamo attualmente lavorando su una serie di concetti per nuove modalità di gioco, ma dobbiamo ancora vedere quando saranno pronti per il rilascio. Ovviamente vorremmo che siano pronti per la fase di open beta, ma noi vogliamo che siano ben realizzati prima di offrirli al pubblico.

[...]

- Oltre al guadagno economico, che cosa pensate che debba essere Dreadnought per considerarlo un successo?

- P.H. Se otteniamo che i giocatori credano di essere il Comandante Adama o Han Solo o il Capitano Picard, nella mia mente Dreadnought sarà un successo. Vogliamo davvero che i giocatori si sentano davvero al comando di un equipaggio di mille uomini, prendendo delle decisioni importanti. Quando i giocatori convoglieranno tutta la potenza ai loro sistemi d'arma per disperazione, al fine di fare fuoco, avremo fatto il nostro lavoro.

- Ci sarà una versione beta prima del lancio?

- P.H. Assolutamente. Le iscrizioni in live-game sono aperte ed i giocatori possono registrarsi. Stiamo cercando di lanciare la closed beta per i primi mesi del 2016.

Fonte: gamingnexus.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.

Condividi questa pagina di Game Community Social

Share

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento. Visitando questo sito acconsento all'utilizzo dei cookie.