Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.
NOTIZIE DAL WEB

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti.

Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Quando è stato recentemente annunciato Red Dead Redemption 2, è stato detto che sarà disponibile solo per Xbox One e PlayStation 4, e non per PC o per la prossima console Nintendo Switch.

Anche se una versione Nintendo poteva essere un qualcosa che la maggior parte della gente si sarebbe aspettata, la mancanza di una versione per PC è stata un po' sorprendente.

Se è vero che l'originale Red Dead Redemption non ebbe una versione per PC, altri giochi di RockStar, fra cui GTA V, sono sbarcati su computer. Visto il successo che ha avuto la versione per PC di GTA Online, e l'enfasi posta su Red Dead Redemption 2, è ancora più sconcertante il fatto che il gioco non sia stato finora annunciato per PC.

Questa è stata la domanda che abbiamo posto a Michael Pachter, analista di Wedbush Securities, quando abbiamo parlato con lui. Si pensa che una versione per PC del gioco potrebbe arrivare solo più tardi, in tipico stile RockStar.

Ha detto: "Le parole 'più tardi' sono parole chiave, in questo momento. Mi ricordo quando GTA V venne annunciato la prima volta solo per Xbox 360 e PS3, nel novembre 2011, credo. E poi hanno aspettato fino al giugno del 2014, letteralmente due anni e mezzo dopo il primo annuncio, che ci sarebbero state le versioni per Xbox One e PS4. E poi, ho dimenticato il mese, ma penso che sia stato diversi mesi più tardi, hanno annunciato la versione per PC, che è uscita nel 2015."

"Così hanno una storia di sanguinamento d'informazioni sui loro giochi e, come credito a loro, funziona. Mantiene i fan interessati ai giochi. Questo annuncio, per esempio, è arrivato nella settimana di uscita di Battlefield 1, con il trailer prima del lancio di Titanfall 2... credo che rilasceranno un altro trailer quando uscirà Call of Duty, perché vogliono dominare i titoli dei giornali. È un marketing brillante, e hanno ragione. Siamo qui a parlare di Red Dead Redemption 2, e c'è voluto un anno, e non stiamo parlando di tutti i giochi che stanno uscendo in questa settimana. Così, sono intelligenti. Hanno deviato le conversazioni verso di loro. Questo è simile a quanto fa Trump con i cicli di notizie, e funziona."

Questo ragionamento potrebbe essere corretto, con RockStar che ha una storia di rilasci di giochi a scaglioni su più piattaforme per mesi ed anni, al fine di massimizzare i profitti ed aumentare l'interesse dei giocatori. Dato il successo che ha avuto GTA V per PC grazie a GTA Online, penso che Red Redemption 2 arriverà prima o poi su PC, soprattutto per via dell'enfasi posta sull'aspetto online.

Fonte: gamingbolt.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento. Visitando questo sito acconsento all'utilizzo dei cookie.